• Compilèsciòn: De B(ord)ello Gogollico*

    Por En 11 de Marzo de 2016

    *parafrasando il titolo della celeberrima opera di Cesare Cremonini sui combattimenti tra galli, la proposta di oggi è un'antologia di brani della band multicultural (oooh oooh oooh o oh), multiracial (oooh oooh oooh o oh) e molto gitana capitanata da Eugene Hutz. Vino, carovane, punk, polvere, vodka, emigrazione, bestemmie e tanta voglia di "pensare localmente ma fottere globalmente".

  • Uno juventino, un napoletano e una juventina entrano su Facebook...

    Por En 13 de Febrero de 2016

    Abbiamo provato a intrattenere una conversazione tra tifosi di calcio, in maniera pacata. L'idea iniziale era di farci domande spinose ma corrette. Calciopoli e Maradona, Sarri che ama Mancini, campanilismo e hockey su prato sono stati gli argomenti affrontati. Prima che tutto, giustamente, finisse in insulti. Garbati.

  • Playlist galattica per autostoppisti

    Por En 9 de Febrero de 2016

    Questo è un viaggio musicato nella fantascienza: musicisti con tecnica da robot; materiale nerd sufficiente a riempire Monte Fato; Douglas Adams qua e là; tanti ipertesti e iperspazio. Ho perso un po' di tempo a collegare i vari brani con uno stargate narrativo. C'è il link diretto per ascoltarla su Youtube. C'è un sacco di space-rock. Non c'è David Bowie. "Non impanicatevi!".

  • Storie di sport: il Leicester vola all'Etihad Stadium

    Por En 7 de Febrero de 2016

    "Esistono storie che non esistono", verrebbe da dire. "Fermati attimo, sei bello!", se si volesse apparire dei citazionisti arguti. Di come Vardy, Ranieri, Mahrez, Huth, i tifosi dei foxes e via dicendo, stiano scrivendo la favola sportiva dell'anno. Riassunto di un miracolo calcistico. (La sintesi del match è in fondo all'articolo. Leggere, però, non fa male agli occhi.)

  • Tac! I Like Monday (ultima) Playlist: Budapest Edition

    Por En 2 de Febrero de 2016

    Tac! Zap! Wham! Ecco qui l'ultima playlist della storica rubrica musicale scritta male, amata da grandi e piccini. Sei canzoni. Cinque dedicate alle lingue udite nel fine settimana. Una a Budapest ed alla sua redazione. Titoli in inglese per par condicio. Rock, trash e musica popolare italiana per una raccolta da leccarsi i baffi, sporchi di gulasch e birrette. E chi se ne frega se non è lunedì.

  • Dovevo intervistare Calcutta, ma lui ha intervistato me 

    Por En 25 de Enero de 2016

    Sono andato al concerto di Calcutta a Firenze, con l'intenzione (con la scusa) di fargli un'intervista. Non è stato facile avvicinarlo: giustamente, aveva di meglio da fare. Una volta creato il contatto visivo con lui, non sono ugualmente riuscito a spiccicare molte parole sensate. L'emozione per la prima intervista? Il whisky? Quei baffi ipnotici? Il negroni? A me pare sia andata bene.

  • I like Monday #6 Playlist: gente che balla bene e che io invidio.

    Por En 14 de Diciembre de 2015

    Volevo pubblicare video di animazione ma poi sono finito ad imparare a memoria i passi di Since I Left You e ho cambiato idea, radicalmente. In questi video c'è gente che balla bene e che partecipa a coreografie spaziali. Ci sono anche culi, scimmie, minatori ciccioni, funerali finiti bene e un tipo che se la sente tantissimo e che balla da solo nel corridoio di un motel.

  • I like MondImmacolata Playlist 5: Mainstream

    Por En 7 de Diciembre de 2015

    Sullo UrbanDictionary le definizioni di "Mainstream" si sprecano: si va dal classico "è ciò che la società pensa tu debba essere" al musicale "standard popolari, mode e convenzioni stabilite dai media [...] che portano  alla promozione di tratti superficiali". Calcutta è mainstream? Secondo me è solo bravo. Star Wars? Vendono i pupazzi alti 80 cm, al Carrefour. Bojack Horseman? La Serie A? Io?

  • I like Monday Playlist 4: from M. to S. with Love(craft)

    Por En 23 de Noviembre de 2015

    Nella mia mente i pezzi dovrebbero più o meno durare quanto la lettura delle stupidaggini, inezie, fesserie ("cazzate" dicono non sia giornalistico) sottostanti. Ma nella mia mente succedono cose piuttosto strane, soprattutto il Lunedì. Soprattuto quando invoco così esplicitamente Chtulhu.

  • I like Monday 3: Playlist per il matrimonio del mio migliore amico punk

    Por En 16 de Noviembre de 2015

    Non mi sarebbe riuscito facile scrivere questo Lunedì, dopo il fine settimana di sangue sul quale si è scritto anche troppo, se non fosse stato per il matriomonio di Sappò e della Lilli. Vi propongo le canzoni che ci hanno accompagnato in una giornata di sana gioia, a suo modo punk in quanto essenziale, non convenzionale e, soprattutto, in conflitto con la normalità.