• La partita delicatissima di Kobane 

    Por En 9 de Octubre de 2014

    Doveva essere il germe dell'autonomia curda, nel peggiore dei casi, uno stato cuscinetto che avrebbe reso più gestibile la Siria di Assad e fornito un corridoio d'intervento per le forze alleate nella regione. Hanno preferito sacrificarla ai miliziani dell'ISIS per conservare gli interessi dei vicini. Un'analisi sui fatti di Kobane, città simbolica del Kurdistan siriano a un passo dalla Turchia

  • Vicenza e le basi americane: "Non ci siamo mai amati" 

    Por En 4 de Octubre de 2014

    La tensione tra Vicenza e i militari della base americana Carlo Ederle non è mai stata un mistero, soprattutto dopo l'apertura del complesso militare Del Din. Dietro questa storia italiana si celano la convivenza difficile con la popolazione locale e una scelta (quella della costruzione della nuova base) molto contestata. 

  • Referendum in Veneto: Venezia indipendente?

    Por En 4 de Abril de 2014

    Sulla scia delle con­sul­ta­zio­ni ca­ta­la­ne e scoz­ze­si, anche gli in­di­pen­den­ti­sti del Ve­ne­to si lan­cia­no in una con­sul­ta­zio­ne per la separazione dal­l'I­ta­lia. Seb­be­ne il re­fe­ren­dum dif­fi­ci­le­men­te ot­ter­rà l'ef­fet­to vo­lu­to, è co­mun­que un ul­te­rio­re se­gna­le nel­l'Eu­ro­pa che sten­ta a esprimere una voce co­mu­ne.

  • Quando i Balcani danno le spalle all'Europa

    Por En 5 de Febrero de 2014

    Nei Balcani, sebbene l'Ue sup­por­ti le eco­no­mie degli Stati in vista di un ul­te­rio­re al­lar­ga­men­to, il sen­ti­men­to an­ti-oc­ci­den­tale è an­co­ra forte e dif­fu­so. La Ser­bia af­fron­ta una delle re­ces­sio­ni più dure del con­ti­nen­te, men­tre la Croa­zia, neo-am­mes­sa nel­l'U­nio­ne, sten­ta a ri­par­ti­re no­no­stan­te i fi­nan­zia­men­ti a piog­gia. Re­por­ta­ge.

  • La Turchia di Erdoğan: un percorso infranto

    Por En 11 de Septiembre de 2013

    Dieci anni di attiva politica internazionale hanno conferito alla Turchia lo status di attore di primo piano in Medio Oriente. Ora, gli eventi in Egitto, a piazza Taksim e la crisi siriana sconvolgono le strategie di Erdoğan. La stabilità della regione è a rischio e nuove decisioni critiche si celano all'orizzonte. Breve excursus storico per capire la geopolitica di Ankara.

  • Croazia: back to europe?

    Por En 2 de Julio de 2013

    L'EU festeggia il 28simo stato della federazione, dopo quasi dieci anni di promesse a vuoto e veti incrociati su un paese che non è mai stato facile da gestire. Ma cosa offre la Croazia, a parte splendide spiagge e una porta sui Balcani? E cosa ne guadagna la Croazia, se non dovesse essere in grado di reggere l'urto delle pretese della Banca Centrale e le aspettative della sua stessa popolazione?

  • Occupy Gezi: la rivolta sociale contro Erdoğan

    Por En 6 de Junio de 2013
    Gli scontri di Piazza Taksim, la violenza da parte della polizia e il silenzio dei media, sono solo l'ultimo capitolo di un malcontento serpeggiante già da tempo in Turchia.
  • Essere gay in Turchia: "per la gente normale resta solo il cyber-dating"

    Por En 17 de Abril de 2013
    A metà tra Oriente e Occidente, tra il sogno europeo e un inevitabile "Caucasian way of life", la Turchia non sembra ancora un paese per gay. Intervista con Mehmet, giovane turco che racconta come, lontano dalle grandi metropoli del paese, la libertà sessuale sia ancora riservata all'élite culturale. O ai meandri ambigui del cyber-dating.
  • Non è un paese per gay: chiesa e omosessualità in Italia

    Por En 21 de Enero de 2013
    All'indomani della dichiarazione del premier uscente Monti sulla legittimità di una famiglia composta solo da un uomo e una donna, un punto sul rapporto tra politica italiana e omosessualità, da Rosario Crocetta al Gay Pride in Veneto. E l'inevitabile ruolo giocato dal Vaticano. Dal Nord al Sud del paese, le associazioni gay sembrano tendere una mano alla chiesa.
  • The Italian Job: cronache di una generazione perduta

    Por En 27 de Noviembre de 2012
    Non è una parola che si dimentica facilmente, “choosy”. Soprattutto se indirizzata ai giovani di un paese con un tasso di disoccupazione tra i più alti in Europa.