• Nic Offer: confessioni da Thriller

    Por En 2 de Octubre de 2013

    Se sua madre non gli avesse proibito da adolescente di ascoltare le audiocassette dei Kiss, probabilmente Nic Offer non avrebbe mai scoperto la sua passione per la disco pop e non sarebbe nemmeno diventato il frontman della band californiana !!!. Ad aprile hanno pubblicato Thr!!!er, il loro quinto album. Da Nile Rogers a Topolino, il cantante ci racconta le sue molteplici fonti d’ispirazione. 

  • Social network: i vizi capitali 2.0

    Por En 27 de Septiembre de 2013

    Con la moltiplicazione dei social network, trascorriamo sempre più tempo sui nostri profili virtuali. A Facebook, che da solo occupa e complica buona parte delle nostre vite, si sono aggiunti Twitter, Instagram, Pinterest ecc. La gestione dei nostri svariati profili-personalità on-line è quasi diventata un'attività a tempo pieno.

  • Patrice: "vorrei fondare un super gruppo punk!"

    Por En 16 de Septiembre de 2013

    Patrice Bart-Williams, o più semplicemente Patrice, 34, è per metà tedesco e per metà sierraleonese e scrive canzoni da quando aveva 12 anni. Durante una conferenza stampa del festival Rock en Seine, l’artista alleggerisce l’atmosfera con la sua simpatia e, all’indomani dell’uscita del suo nuovo album, suggerisce qualche idea improbabile sul proprio futuro.

  • "KEEP CALM E AND CALL LENIN" - MANIFESTAZIONE 2013

    Por En 9 de Septiembre de 2013

    Nowosibirsk, terza città russa per popolazione con circa un milione e mezzo di abitanti, non è di certo ciò che si può definire una metropoli della cultura. I suoi nove mesi d’inverno annuali e la lontananza dalle grandi città (3 mila km da Mosca e 5 mila dal confine est dell’UE) creano per lo più un’atmosfera di tristezza.

  • Difendere i giovani LGBT in Russia: intervista al gruppo Deti-404

    Por En 8 de Septiembre de 2013

    30 giugno 2013: il governo russo proibisce la "propaganda omosessuale" ai minori di 18 anni emanando un decreto di censura. Diventa reato informare i minorenni sui rapporti non eterosessuali. Lena Klimova, fondatrice del gruppo di sostegno Deti-404 per i giovani LGBT, discute la nuova legge e i suoi effetti sulla vita dei teenager russi.

  • ELEzioni 2013: ANGELA MERKEL E LA SINDROME DI MARY POPPINS

    Por En 5 de Septiembre de 2013

    La cancelliera Angela Merkel  e il suo avversario, Peer Steinbrück, hanno cercato di conquistare il favore degli elettori in diretta televisiva di fronte a 17 milioni di spettatori. Alcuni credono che la fama di leader della crisi europea giochi a favore della cancelliera in vista delle elezioni; altri criticano il suo sentirsi infallibile accusandola di ignorare la complessità della politica.

  • Il gioco dei “pure player”: il giornalismo indipendente passa dal web.

    Por En 9 de Marzo de 2011
    Nel paese in cui gli anglicismi non sono di moda, ecco due parole che si sono intrufolate nella lingua. L’era del business sul web sta invertendo questa tendenza, soprattutto nei settori dell’e-media francesi e americani. Il pure player non ha niente a che vedere con le mosse di Backgammon o i Casanova, almeno non più. Torre di Babele.
  • UE-Turchia: Atatürk e Carlo Magno padri di una stessa figlia?

    Por En 28 de Febrero de 2011
    Si dà per scontato che i nuovi membri si adattino e accettino i simboli dell’Unione come se fossero i propri. Anche la Turchia dovrà accettarli, se dovesse un giorno entrare nell'Ue... Ecco alcuni suggerimenti per un futuro matrimonio tra Turchia e Unione Europea.
  • Calcio, diritti televisivi: Europa 1 – Premier League 0?

    Por En 9 de Febrero de 2011
    "Partite da satellite greco in pub inglese!" Questo il titolo sulle prime pagine dei quotidiani britannici. Nel Regno Unito, una proprietaria di un pub è stata accusata di aver utilizzato un canale economico europeo per permettere ai propri clienti di guardare le partite di calcio. Adesso la Corte Europea di Giustizia è scesa in campo.
  • L'Europa e la libertà di stampa: l'Ungheria non è un caso isolato

    Por En 14 de Enero de 2011
    Il 21 dicembre l’Ungheria ha approvato la “legge sui media”, entrata in vigore l'1 gennaio 2011. L’Europa s'indigna per le conseguenze sulla libertà di espressione di stampa e dei blogger, ma non si tratta di un caso isolato: questa legge non è altro che  considerato che il contesto di questa legge non è altro che un’ulteriore segno di un’allarmante tendenza europea.